Studio e pratica dello Shamanesimo e ricerca Spirituale

Doña Maria incontra nel 1991 il Marakate sciamano, Wixarika Huichol, Don Eusebio Lopez Carillo che la inizia alle arti sciamaniche.

Doña Maria è la fondatrice ufficiale in Italia dell’associazione “Salviamo Wirikuta”ed appoggia i nativi nel tutelare i loro territori sacri.

Per approfondire la conoscenza dell’arte sciamanica si consiglia la lettura del libro : “La Sciamana del deserto” Ed. L’età dell’ Acquario. Lo sciamanesimo Wixarika Huichol è custode di un arte di pulizia energetica antichissima universalmente riconosciuta come una delle tecniche più potenti, di riequilibrio profondo che, rimuovendo gli accumuli di energia, riarmonizza i centri energetici.

ritratto Dona Maria

Lo Shamanesimo

Lo shamanesimo e la chiave segreta che apre tutte le porte e non sa cosa farsene di un sapere preso in prestito; il compito degli sciamani è di insegnare a bussare alla porta della Vita.

Gli sciamani usano degli oggetti magici che fanno ricadere sui nostri sensi affinché il nostro sguardo si interiorizzi verso il nostro spirito ove ci ritroveremo soli con noi stessi.

Lo shamanesimo Wixaritari “Huichol” è pieno di storie, leggende, simboli , scienza e miracoli.

Il mara’akate  conosce il linguaggio della terra e del cielo e sa risvegliare i morti dal sepolcro del loro corpo. Il mara’akate conosce la legge suprema dell’equilibrio e sa adoperare l’energia nella direzione corretta scevra da personalismi e giochi di potere.

Lo shamanesimo unisce lo spirito di Dio nell’uomo con la mente esteriore questa unione viene chiamata : Amore e Conoscenza dai mara’akate e sono gli elementi della Sapienza.

Lo shamanesimo è quella Sapienza che proviene dalla conoscenza interna e non ha nulla a che vedere con la superstizione, i poteri occulti e la passionalità egoica .

Seminari

Viaggio in Mexico Espansione della coscienza nel giardino di Wirikuta con gli sciamani della Tradizione  Wixaritari (Huichol ) .

Il viaggio nel giardino/deserto di Wirikuta  in Mexico  è un viaggio speciale che ci permette di esplorare noi stessi e il mondo intorno a noi .

Wirikuta è meta di uomini e donne di conoscenza e per le popolazioni Native Wirikuta e il luogo Sacro ove continuano a praticare le loro tradizioni culturali e religiose che si perdono nella notte dei tempi di migliaia di anni.

Wirikuta per i Nativi è il luogo di nascita del Sole e il territorio in cui le diverse comunità Wixárika Huichol  fanno il loro pellegrinaggio, ricreando il percorso intrapreso dai loro antenati spirituali per sostenere l’essenza della vita su questo pianeta.

Il giardino é sacro per i nativi Wixaritari Huichol  e nell’aria aleggia una magia spirituale che calma la mente, si percepisce che il deserto e vivo è cosciente e pieno delle benedizione degli sciamani Mara’akate Wixarika e di tutti coloro che sono stati a Wirikuta.

Il viaggio/pellegrinaggio è un cammino evolutivo interiore in cui si viene in contatto con se stessi e del  proprio ruolo nel mondo che sviluppa in noi una sana amicizia verso noi stessi, dall’aprirsi e dall’apprezzare ciò che siamo, “ri scoprire”, “ri conoscere” se stessi,  un processo di comprensione profonda a tutti i livelli di ciò che siamo e di ciò che è salutare per noi.

Ciò che conosciamo di noi stessi  è una sovrastruttura, una maschera che ci impedisce di essere  e di vedere la Realtà  per quello che è.

La presa di coscienza varia da persona a persona ed è  proporzionale allo stato di coscienza dell’Anima e il suo grado di autocoscienza.

L’Energia di Wirikuta  pervade la coscienza umana inferiore egoica e opera un meticoloso processo di trasformazione a livello cellulare fisico di elevazione consapevole, un processo che ci trasforma in esseri umani  responsabili ed integri al di là di qualsiasi religione e credo.

Il giardino di  Wirikuta  e molto efficace per eliminare lo stress e le emozioni negative , gli attaccamenti  e allo stesso tempo è in grado di favorire straordinari processi di trasformazione tanto nel corpo  quanto nella espansione della mente , dal deserto  di Wirikuta si esce trasformati , lucidi, forti , purificati  e ringiovaniti nella mente e nel corpo.

Per fare questo viaggio è necessario sapere che l’ essere umano respira e aver fatto già un percorso di autoconoscenza, non è indicato a chi soffre di malattie mentali e fa uso di sostanze tossiche.

Per partecipare a questo viaggio / pellegrinaggio contattare direttamente Doña Maria all’ indirizzo e.mail : mariamendicino@icloud.com

Espansione della Coscienza 

Dove: Centro d’Ompio – Pettenasco-  Novara 

E-mail: centro@ompio.org 

Telefono fisso: +39 0323 888 967

Cellulare: +39 327 203 69 05

Fax: +39 0323 081 083

Contatto: mariamendicino@icloud.com

Seminario

Il seminario è la sintesi  di un metodo praticato sin dal 1991 da Doña Maria nel giardino di Wirikuta / Mexico che indipendentemente dal credo religioso e filosofico dà la possibilità a chi partecipa di imparare a gestire consapevolemente le proprie forze interiori ed equilibrare mente e corpo nel proprio quotidiano.

Doña María  in ogni seminario  lavora con i quattro elementi affinché tutti possano sperimentare le forze ancestrali e primigenie presenti in ognuno di noi.

Grazie alla capacità innata di Doña Maria di  entrare  in stati alterati di coscienza quando vuole utilizza  questa capacità innata per interagire consapevolmente con chi si rivolge a lei .

 Prima di iniziare a lavorare con gli elementi inizieremo ad aprirci all’universo con la Danza dell’Aquila e del Cervo. La Danza e i Movimenti ci aiuteranno ad acquistare la consapevolezza della mente, del corpo e delle emozioni, liberandoci da quegli automatismi inconsapevoli che ci intralciano nel nostro vissuto quotidiano , liberandoci dalla nostra meccanicità, scopriremo ” l’ Essenza “della nostra natura.

Dopo la Danza dell’Aquila e del Cervo faremo un Tezmacal o Capanna di purificazione, per ricevere correnti di energia vitale attraverso i quattro elementi .

Attraverso questa esperienza entreremo in contatto con Madre Terra e noi stessi , grazie alla forza concreta di Madre Terra ognuno può realizzare ciò che desidera nella propria vita.

Dopo il Tezmacal in cui ci saremo liberati , purificati e abbiamo armonizzato tutte le nostre relazioni inizia il corso pratico con gli elementi.

E’ consigliato un abbigliamento comodo una candela ed una coperta, portate carta, penna e colori.

 

Il seminario non è indicato a chi soffre di malattie mentali e fa uso di sostanze tossiche, ed e utile un ‘alimentazione a base di frutta e verdura.

Per  iscrizioni ed informazioni al seminario

email :dbtonatiu@gmail.com

cell.     +39 348 753 9543

per scrivere a doña María personalmente: mariamendicino@icloud.com

Introduzione alle piante maestre 

Dove: Centro d’Ompio – Associazione Culturale – Via Pratolungo 47, Pratolungo-28028 Pettenasco (NO)

E-mail: centro@ompio.org 

Telefono fisso: +39 0323 888 967

Cellulare: +39 327 203 69 05

Fax: +39 0323 081 083

Contatto: mariamendicino@icloud.com

Relatori: Doña Maria e Don Juan Jáuregui

Doña Maria

Maria Mendicino incontra nel 1991 il Marakame (sciamano) Wixarika (huichol) Don Eusebio Lopez Carillo che la inizia alle arti sciamaniche della tradizione Wixaritari trasmettendole la conoscenza sulle piante maestre, il recupero dell’anima e a curare le persone con le piume di falco silvestre. Dopo nove anni di apprendistato nel deserto di Wirikuta a Wadley-Mexico, nel 1999 l’anziano Marakame (sciamano) Don Andrés Leandro la riconosce Donna di Medicina e Donna di Conoscenza. Da allora è conosciuta come Doña Maria.

Dal 2003 tiene seminari sui quattro elementi e sessioni individuali ed organizza viaggi in Mexico nel giardino di Wirikuta .
Nel 2006 pubblica il libro -La sciamana del deserto- Edizioni Età dell’Acquario.
Nel 2013 ha fondato l’associazione -Salviamo Wirikuta- per la tutela dei territori sacri degli Indios che sono minacciati di totale rovina da multinazionali canadesi per l’estrazione di metalli quali oro e argento e dalle coltivazioni intensive. Dal 2014 sono la rappresentante ufficiale del Cuore Sacro del Messico in Italia.

Don Juan Jáuregui

Da 10 anni don Juan Jáuregui gira il mondo per far conoscere la medicina amazzonica con l’utilizzo della pianta maestra Ayahuasca.
Con oltre 25 anni di pratica, il Maestro Jáuregui è esperto di medicina vibrazionale e specializzato nella cura tramite imposizione delle mani e attraverso l’uso di “agua icarada”, ossia acqua esposta al canto degli icaros, pratica attualmente oggetto di studio presso l’università di Torino nell’ambito di un progetto di una ricerca della UNESCO.

Il Maestro Jáuregui è inoltre il direttore del Centro de Medicina Tradicional Amazónica Madre Selva di Buenos Aires, Argentina.

Seminario

Il costo del seminario è comprensivo di tessera di iscrizione al centro d’Ompio, cerimonia, Temazcal e colazione.

Anticipo al seminario e cerimonia: 100 euro (non verranno restituiti in caso di annullamento)

È richiesta la prenotazione per il pranzo via mail direttamente al centro D’Ompio: il cibo è vegetariano e biologico.

Per  iscrizioni ed informazioni al seminario

cell.     +39 348 753 9543

per scrivere a doña María personalmente: mariamendicino@icloud.com

La medicina amazzonica e le piante maestro 

Dove: Centro Studi Waira aiarViale Tricesimo 181 Udine

Per prenotazioni: Katiuscia 3484437909

Mail: nazzka@libero.it

Contatto: mariamendicino@icloud.com

Relatori: Doña Maria e Don Juan Jáuregui

Doña Maria

Maria Mendicino incontra nel 1991 il Marakame (sciamano) Wixarika (huichol) Don Eusebio Lopez Carillo che la inizia alle arti sciamaniche della tradizione Wixaritari trasmettendole la conoscenza sulle piante maestre, il recupero dell’anima e a curare le persone con le piume di falco silvestre. Dopo nove anni di apprendistato nel deserto di Wirikuta a Wadley-Mexico, nel 1999 l’anziano Marakame (sciamano) Don Andrés Leandro la riconosce Donna di Medicina e Donna di Conoscenza. Da allora è conosciuta come Doña Maria.

Dal 2003 tiene seminari sui quattro elementi e sessioni individuali ed organizza viaggi in Mexico nel giardino di Wirikuta .
Nel 2006 pubblica il libro -La sciamana del deserto- Edizioni Età dell’Acquario.
Nel 2013 ha fondato l’associazione -Salviamo Wirikuta- per la tutela dei territori sacri degli Indios che sono minacciati di totale rovina da multinazionali canadesi per l’estrazione di metalli quali oro e argento e dalle coltivazioni intensive. Dal 2014 sono la rappresentante ufficiale del Cuore Sacro del Messico in Italia.

Don Juan Jáuregui

Da 10 anni don Juan Jáuregui gira il mondo per far conoscere la medicina amazzonica con l’utilizzo della pianta maestra Ayahuasca.
Con oltre 25 anni di pratica, il Maestro Jáuregui è esperto di medicina vibrazionale e specializzato nella cura tramite imposizione delle mani e attraverso l’uso di “agua icarada”, ossia acqua esposta al canto degli icaros, pratica attualmente oggetto di studio presso l’università di Torino nell’ambito di un progetto di una ricerca della UNESCO.

Il Maestro Jáuregui è inoltre il direttore del Centro de Medicina Tradicional Amazónica Madre Selva di Buenos Aires, Argentina.

Per scrivere a doña María personalmente: mariamendicino@icloud.com

Cerimonia 

Dove: La Dimora del Bardo Via Pecolle di Sopra 12 – località Cergneu – Nimis (UD)

Per prenotazioni: Katiuscia 3484437909

Mail: nazzka@libero.it

Contatto: mariamendicino@icloud.com

Relatori: Doña Maria e Don Juan Jáuregui

Doña Maria

Maria Mendicino incontra nel 1991 il Marakame (sciamano) Wixarika (huichol) Don Eusebio Lopez Carillo che la inizia alle arti sciamaniche della tradizione Wixaritari trasmettendole la conoscenza sulle piante maestre, il recupero dell’anima e a curare le persone con le piume di falco silvestre. Dopo nove anni di apprendistato nel deserto di Wirikuta a Wadley-Mexico, nel 1999 l’anziano Marakame (sciamano) Don Andrés Leandro la riconosce Donna di Medicina e Donna di Conoscenza. Da allora è conosciuta come Doña Maria.

Dal 2003 tiene seminari sui quattro elementi e sessioni individuali ed organizza viaggi in Mexico nel giardino di Wirikuta .
Nel 2006 pubblica il libro -La sciamana del deserto- Edizioni Età dell’Acquario.
Nel 2013 ha fondato l’associazione -Salviamo Wirikuta- per la tutela dei territori sacri degli Indios che sono minacciati di totale rovina da multinazionali canadesi per l’estrazione di metalli quali oro e argento e dalle coltivazioni intensive. Dal 2014 sono la rappresentante ufficiale del Cuore Sacro del Messico in Italia.

Don Juan Jáuregui

Da 10 anni don Juan Jáuregui gira il mondo per far conoscere la medicina amazzonica con l’utilizzo della pianta maestra Ayahuasca.
Con oltre 25 anni di pratica, il Maestro Jáuregui è esperto di medicina vibrazionale e specializzato nella cura tramite imposizione delle mani e attraverso l’uso di “agua icarada”, ossia acqua esposta al canto degli icaros, pratica attualmente oggetto di studio presso l’università di Torino nell’ambito di un progetto di una ricerca della UNESCO.

Il Maestro Jáuregui è inoltre il direttore del Centro de Medicina Tradicional Amazónica Madre Selva di Buenos Aires, Argentina.

La cerimonia:

La parola ayahuasca è in lingua “quechua” significa “liana degli piriti”. I maestri sciamani usano questa pianta a scopo divinatorio, magico e curativo.

Il preparato della ayahuasca è un decotto composto da un minimo di due piante: la liana di Ayahuasca (Banisteriopsis Caapi) e le foglie di Chacruna (Psychotria Viridis).

Ogni popolazione adotta una ricetta diversa a seconda della provenienza e delle tradizioni tramandate. Si usa per curare malattie fisiche come anche psichiche, e allo stesso tempo, può essere utilizzata per risolvere conflitti familiari o di convivenza all’interno della comunità. La chacruna, che contiene la DMT, una triptamina psichedelica endogena presente in molte specie di piante, animali e contenuta nel fluido cerebrospinale umano, è capace di provocare visioni interiori, più facilmente percepibili ad occhi chiusi. L’utilizzo di queste piante, insieme ai canti tradizionali chiamati Icaros avviene sempre in modo rituale.

Le cerimonie di Ayahuasca si svolgono durante la notte. Le persone si siedono in semicerchio ad ambo i lati dello sciamano Maestro. Una volta trovata la posizione, lo sciamano Maestro si alza creando un cerchio di protezione, la cerimonia inizia solo quando tutti hanno espresso il loro intento ad alta voce.

Dall’Amazzonia alle città d’Europa, l’ayahuasca si sta diffondendo in tutto il mondo per portare cura a chi ne ha bisogno: un regalo della Pacha Mama per espandere la nostra coscienza. Per chi vuole provare un’alternativa alla medicina chimica .

A livello fisico l’ayahuasca lavora come una purga, un processo naturale di disintossicazione con un esito spesso catartico.

A livello energetico, è una chiave per la percezione della realtà ossia ciò che effettivamente siamo. Una presa di coscienza e la possibilità di riprogrammare i nostri vecchi schemi di credenze e comportamenti.

L’ayahuasca nelle mani di maestri sciamani ha dimostrato di avere un enorme potenziale curativo: malattie degenerative, diabete, problemi con il ciclo mestruale, depressione, attacchi di panico, scarsa auto stima, disordini alimentari, disturbi del sonno, dipendenze da droghe o altro.

Attraverso il profondo processo di introspezione-riflessione (dialogismo cognitivo) possiamo ricevere un nuovo orientamento nella nostra vita, prospettive nuove. Possiamo renderci conto che siamo noi a creare la nostra realtà e sentirci nuovamente parte di quell’Unità che effettivamente siamo.

Programma:

Venerdì 27 gennaio 2017 dalle ore 9.00 alle ore 17.00: incontri individuali.

Sabato 28 gennaio 2017 dalle ore 10.30: Cerimonia capanna di purificazione o Temazcal. Successivamente prosecuzione della serata e notte meditativa di approfondimento tecniche energetiche.

Nota: da portare asciugamano, indumenti in cotone, torcia, coperta, materassino e sacco a pelo.

Per scrivere a doña María personalmente: mariamendicino@icloud.com

Contatti